Discussione:
gradi(ni)
(troppo vecchio per rispondere)
Giovanni Drogo
2020-09-15 08:05:29 UTC
Permalink
Il Corriere riporta che l'esercito tedesco (e anche la marina) vorrebbe
introdurre forme femminili per i gradi militari (cita Generalin,
Majorin, Leutenantin e Feldwbelin, oltre a Bootsfrau al posto di Frau
Bootsmann.

Ora a parte l'ultimo che non conoscevo e sarebbe "nostromo", dove la
costruzione grammaticale e' letterale, per gli altri e' curiosa la
apposizione generalizzata di un suffisso -in a termini la cui etimologia
latina e' quella di un aggettivo "della terza" (con forme invariate per
genere) ... probabilmente inevitabile in una lingua che non ha desinenze
grammaticali di genere (cosa che infatti costituisce una difficolta' per
gli stranieri che debbono memorizzare l'articolo)
António Marques
2020-09-15 09:23:37 UTC
Permalink
Post by Giovanni Drogo
Il Corriere riporta che l'esercito tedesco (e anche la marina) vorrebbe
introdurre forme femminili per i gradi militari (cita Generalin,
Majorin, Leutenantin e Feldwbelin, oltre a Bootsfrau al posto di Frau
Bootsmann.
Ora a parte l'ultimo che non conoscevo e sarebbe "nostromo", dove la
costruzione grammaticale e' letterale, per gli altri e' curiosa la
apposizione generalizzata di un suffisso -in a termini la cui etimologia
latina e' quella di un aggettivo "della terza" (con forme invariate per
genere) ... probabilmente inevitabile in una lingua che non ha desinenze
grammaticali di genere (cosa che infatti costituisce una difficolta' per
gli stranieri che debbono memorizzare l'articolo)
L'italiano ha -essa.
Anony Mous
2020-09-16 09:22:01 UTC
Permalink
Chi conosce questo newsserver news.fcku.it?
Giovanni Drogo
2020-09-16 17:11:10 UTC
Permalink
Post by António Marques
L'italiano ha -essa.
che, come il tedesco -in, e' una forma "non grammaticale" (non come le
desinenze -o -a) e non e' l'unica.

P.es. ci sono quelle molto eleganti in -ice (attore/attrice o
direttore/direttrice) e quelle poco eleganti in -a (pastora, assessora)


tenente sergente sono participi (cfr. "la presidente")
generale e' un aggettivo (cfr. "natura generale")
maggiore e' un aggettivo comparativo (cfr. "forza maggiore")

tutti invariabili m. e f.

L'unico caso sarebbe forse "nostromo"
Voce dalla Germania
2020-09-16 19:11:52 UTC
Permalink
Post by Giovanni Drogo
Post by António Marques
L'italiano ha -essa.
che, come il tedesco -in, e' una forma "non grammaticale" (non come le
desinenze -o -a) e non e' l'unica.
P.es. ci sono quelle molto eleganti in -ice (attore/attrice o
direttore/direttrice) e quelle poco eleganti in -a (pastora, assessora)
Se le ritieni poco eleganti, per caso proponi "pastrice" e
"succeditrice"? Su "assessoressa" si potrebbe discutere, ma mi risulta
che -essa venga visto sempre più spesso come dispregiativo nei nomi non
consolidati da un secolo come studentessa, professoressa e dottoressa.
Giovanni Drogo
2020-10-05 16:12:45 UTC
Permalink
Post by Voce dalla Germania
Post by Giovanni Drogo
P.es. ci sono quelle molto eleganti in -ice (attore/attrice o
direttore/direttrice) e quelle poco eleganti in -a (pastora, assessora)
Se le ritieni poco eleganti, per caso proponi "pastrice" e
"succeditrice"?
Appena visto in una pubblicita' di un libro "architettrice"

("architettore" credo lo usasse Leon Battista Alberti)

Continua a leggere su narkive:
Loading...