Discussione:
lingua dove i verbi non cambiano per tempo ma per certezza
(troppo vecchio per rispondere)
m***@gmail.com
2018-06-17 20:02:44 UTC
Permalink
Raw Message
Mi ricordavo di aver letto in un libro o sito di linguistica che esistevano delle particolari lingue (non ricordo se erano lingue flessive con vere e proprie coniugazioni oppure lingue più isolanti) dove le parole corrispondenti ai verbi non cambiavano per "tempo" inteso come passato, presente o futuro ma cambiavano in base al "grado di certezza", ovvero se c'era il verbo da solo allora quel verbo voleva dire "quell'evento certamente accade o è accaduto" (e solo il contesto o altre parole come "adesso" o "ieri" facevano capire se l'evento era accaduto nel passato oppure nel presente) mentre l'aggiunta di certi elementi grammaticali al verbo davano al verbo significati come "forse quell'evento accade o è accaduto o accadrà", "sembra che quell'evento sia accaduto, accada o accadrà", "se ci sono certi presupposti allora quell'evento accade o è accaduto o accadrà" e così via. Qualcuno di voi sa quali lingue hanno la grammatica che assomiglia di più a questa descrizione?

Ciao.
Giovanni Drogo
2018-06-18 15:15:12 UTC
Permalink
Raw Message
On Sun, 17 Jun 2018, ***@gmail.com wrote:

> Mi ricordavo di aver letto in un libro o sito di linguistica che

Si potrebbe cercare sul World Atlas of Language Structures
http://wals.info

> dove le parole corrispondenti ai verbi non cambiavano per "tempo"
> inteso come passato, presente o futuro ma cambiavano in base al "grado
> di certezza",

Il russo ha l'aspetto perfettivo e imperfettivo (in parallelo coi tempi)
Lorenzo Lodi
2018-06-21 00:33:07 UTC
Permalink
Raw Message
Il 17/06/2018 21:02, ***@gmail.com ha scritto:
> Mi ricordavo di aver letto in un libro o sito di linguistica che esistevano delle particolari lingue (non ricordo se erano lingue flessive con vere e proprie coniugazioni oppure lingue più isolanti) dove le parole corrispondenti ai verbi non cambiavano per "tempo" inteso come passato, presente o futuro ma cambiavano in base al "grado di certezza", [...]

Potrebbe essere l'indonesiano (malese), vedi ad es.
https://en.wikipedia.org/wiki/Malay_grammar#Verbs

Oppure potrebbe essere uno delle molte lingue asiatiche senza tempi
verbali: cinese, cambogiano, tailandese, tagalog...
Maurizio Pistone
2018-06-21 07:36:38 UTC
Permalink
Raw Message
<***@gmail.com> wrote:

> Mi ricordavo di aver letto in un libro o sito di linguistica che
>esistevano delle particolari lingue (non ricordo se erano lingue
>flessive con vere e proprie coniugazioni oppure lingue più isolanti)
>dove le parole corrispondenti ai verbi non cambiavano per "tempo"
>inteso come passato, presente o futuro ma cambiavano in base al "grado
>di certezza", ovvero se c'era il verbo da solo allora quel verbo voleva
>dire "quell'evento certamente accade o è accaduto" (e solo il contesto
>o altre parole come "adesso" o "ieri" facevano capire se l'evento era
>accaduto nel passato oppure nel presente) mentre l'aggiunta di certi
>elementi grammaticali al verbo davano al verbo significati come "forse
>quell'evento accade o è accaduto o accadrà", "sembra che quell'evento
>sia accaduto, accada o accadrà", "se ci sono certi presupposti allora
>quell'evento accade o è accaduto o accadrà" e così via. Qualcuno di voi
>sa quali lingue hanno la grammatica che assomiglia di più a questa
>descrizione?
>

credo che una caratteristica di questo genere si trovi in molte lingue,
compreso l'italiano, dove la scelta non solo del modo (indicativo,
congiuntivo, condizionale) ma anche del tempo (imperfetto
dell'indicativo e del congiuntivo, futuro) esprime una gradazione di
certezza.

Se si tratta di lingue che hanno solo questa caratteristica, invece, non
saprei.


--
Maurizio Pistone strenua nos exercet inertia Hor.
http://blog.mauriziopistone.it
http://www.lacabalesta.it
António Marques
2018-06-21 23:54:29 UTC
Permalink
Raw Message
<***@gmail.com> wrote:
> Mi ricordavo di aver letto in un libro o sito di linguistica che
> esistevano delle particolari lingue (non ricordo se erano lingue
> flessive con vere e proprie coniugazioni oppure lingue più isolanti) dove
> le parole corrispondenti ai verbi non cambiavano per "tempo" inteso come
> passato, presente o futuro ma cambiavano in base al "grado di certezza" (...)

Ci sono tre categorie grammaticale per verbi: tempo (presente. passato...),
aspetto (perfetto, imperfetto...) e modo (indicativo, congiuntivo...).
Quindi cerchiamo una lingua senza tempi o aspetti ma con distinzione di
modo indicativo vs inferenziale(?). Non ne conosco, ma non ne sono anche
esperto...
Loading...